martedì

VITA DA STREGHE

Questa sera mi cullo fra dita
che non conoscono il volgersi dell'alba.
Il mio corpo sa di sangue
e odori che non si annusano.

Ho visto le mani tingersi di buio
aspettando il loro tepore
e so cos'è il male,
so cos'è l'ombra che lo tiene al riparo.

So cos'è l'onda e il pianto che l'ha incominciata
e so molte, molte cose senza un'origine
di cui sono principio
e una fine che non pretendo.

Nessun commento:

Posta un commento