martedì

UNA DONNA

io non so di me che il rintocco
di un battito occulto,

un plasmabile cerchio
tirato dall'occhio che mostri la voglia
di aprire il suo sguardo.

non sono che un dito sotteso
a baciare le ciglia d'un campo
cresciuto dal troppo tormento,

un palmo che sa
la misura di ciò che si crede,
un silenzio che sporge.

Nessun commento:

Posta un commento