lunedì

DANZATE

Danzate.
Perché il tempo di battere sul mondo è questo.
Nei giorni dove la violenza e la miseria avvolgono con un strato di fumo spesso le esistenze di tutti, saper scalare le ceneri della storia per salire nei cieli dell'utopia non è fuga, ma urgenza.
Esiste uno speciale tipo di bellezza che si rischiara solo nella tragedia.
E' quella del miracolo, della terra morbida in cui si immergono le lacrime delle miserie del mondo.
Danzate.
Nasce con voi una generazione di nuovi pensatori e nuove pensatrici, liberati dalle ideologie e dal risentimento.
Danzate.
Perché l'estate è sangue e terra. E' fuoco e cielo che non risparmia. Ed è già qui.
Su questi piedi scalzi.

Nessun commento:

Posta un commento